Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Leggi l'informativa.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito.
Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

cookie salva
Facebook


Catalogo estate 2018

Visualizza il catalogo


Viaggi di istruzione

Richiedi informazioni


Area Riservata Agenzie di Viaggi


Fondazione Grimaldi Onlus

  Grecia


 IL CLIMA

 DOCUMENTI PER L'ESPATRIO

 ORA

 LINGUA

 VALUTA

 TELEFONO

 VOLTAGGIO

 CUCINA

 SHOPPING

 DA NON PERDERE

 CLIMA

Clima mediterraneo, con inverno mite ma con precipitazioni e caldo in estate rinfrescato da un sistema di venti stagionali. Nelle isole si avverte maggiormente il clima mediterraneo con temperature gradevolissime tutto l’anno. Sono due le stagioni principali della Grecia: la stagione invernale fredda e piovosa che dura dalla metà di ottobre alla fine di marzo e la stagione calda e secca che dura da Aprile a Ottobre. Atene è caldissima d’estate con temperature che possono superare i 40 gradi, mentre gli inverni sono freddi con massime che non superano i 10 gradi e minime che sfiorano spesso lo 0 termico. Nelle regioni più settentrionali e centrali, ad esempio Macedonia ed Epiro, il clima diventa di tipo balcanico con inverni molto freddi ed estati calde e umide.

 DOCUMENTI PER L'ESPATRIO

I cittadini degli stati membri dell’Unione Europea e della Svizzera possono entrare in Grecia con la sola carta d’identità valida per l’espatrio. I bambini devono presentare la foto autenticata con autorizzazione della Questura o devono essere registrati sul passaporto dei genitori.

 ORA

L’ora ufficiale è quella dell’Europa orientale che è di +1 ora rispetto a quella italiana. Il paese adotta l’ora legale nello stesso periodo dell’Italia per cui la differenza rimane la stessa tutto l’anno.

 LINGUA

La lingua ufficiale è il greco moderno (neogreco). L’inglese, il francese sono lingue abbastanza diffuse. Ottimamente conosciuto anche l’italiano, soprattutto nelle zone turistiche.

 VALUTA

L’unità monetaria greca è l’euro. Le carte di credito possono essere utilizzate per i propri acquisti e per prelevare anticipi di denaro contante presso le banche e gli sportelli bancomat.

 TELEFONO

Per chiamare dall’Italia in Grecia è sufficiente comporre lo 0030 seguito dal numero desiderato, mentre per telefonare dalla Grecia in Italia basta comporre lo 0039 seguito dal numero desiderato. E’ attiva la rete GSM/GPRS.

 VOLTAGGIO

La corrente elettrica è a 220 volts AC, 50 Hz. In alcuni casi occorre un semplice adattatore di presa facilmente reperibile in Grecia.

 CUCINA

La cucina greca unisce caratteristiche tipiche della cucina turca a quelle della cucina mediterranea con carni arrosto e molto pesce. Il tipico pasto greco è costituito da una serie di mezedes (generalmente olive nere, sottaceti, acciughe, salumi, formaggio Feta, Dolmádhes [involtini di riso o di carne tritata], Taramosalata [salsa preparata a base di uova di pesce], Melitsánasálata (salsa di melanzane), la Rossikisaláta (insalata di patate fredda con maionese), Tzatziki [yogurt lavorato con cetriolo, aglio e olio]) e da una portata principale, che generalmente sono a base dicarne (agnello o porchetta cotta alla griglia o in spiedini, Souvlakia ), pesce (alla griglia o fritto) oppure timballi con verdure. Tra i piatti principali la Mousakás (timballo di melanzane e carne). Tra i contorni la Saláta Koriátiki, la tipica insalata greca con olive, peperoni, cipolle e formaggio Feta. I dolci sono ricchi di frutta secca e di miele come la classica Baklava o i Katafi. Tra le bevande il tipico caffè greco e i gli aperitivi come l’Ouzo (dal gusto di anice) e la Mastìcha. Uno dei migliori prodotti è lo yogurt che si trova un po’ ovunque e viene servito con miele e noci. Tra l’altro è bene ricordare che per un pranzo veloce e molto economico sono diffusissimi i chioschi che vendono panini con il cosiddetto hiro, carne di montone allo spiedo e dove di solito è possibile consumare anche un’insalata. In generale i pasti in Grecia vengono consumati piuttosto tardi, il pranzo intorno alle 14 e la cena dopo le 22. Il vino più diffuso, resinato perché conservato in botti con aggiunta di resine di pino, allo scopo di garantire una miglior conservazione alle alte temperature, è sicuramente la famosa Retsina, poco costoso, bianco o rosato. Altri vini non resinati quelli provenienti dalla zona del Peloponneso (Acaía, Démestica, Mantinía e Santa Elena, Mavrodaphni, Mosca) o di Patrasso, e fra quelli dell’Arcadia, dell’Attica (Hymette, il Marco, il Palini), delle isole di Santorini, Cefalonia, Samo, Corfù e Zante. La Macedonia offre il Naoussa, forse il miglior rosso.

 SHOPPING

Ad Atene la zona più caratteristica è sicuramente costituita dall’anello della cosiddetta Pláka ai piedi dell’Acropoli dove è possibile trovare articoli in cuoio, ceramiche e argenteria, così come presso Monastiráki e platía Omonia, mentre zone più lussuose sono comprese fra Síntagma e Kolonáki. Molto famosi sono i tessuti a mano di Creta e quelli di Micene, le ceramiche di Rodi e le terrecotte che si trovano un po’ ovunque, i mobili intarsiati in stile bizantino e la filigrana in oro e argento.
Altrettanto diffuse sono le spugne naturali pescate sull’isola di Coos e Calino. Ma il prodotto più tipico sembra proprio essere l’oggettistica che imita l’arte greca antica, dai vasi alle statue, e che qualche volta ha la pretesa di essere venduta come originale! Si trovano inoltre soprattutto sulle isole molte qualità di frutta secca. Gli orari dei negozi sono i seguenti: martedì, giovedì e venerdì 9-20; lunedì, mercoledì e sabato 9-15 e i grandi magazzini 9-20. Nelle località turistiche gli orari sono più lunghi e spesso estesi anche al sabato e alla domenica.

 DA NON PERDERE

  • Santorini, creta (Knosso, gole di Samaria, Dania, Elafonissi), le spiagge di Naxos, Rodi (Lindos, Rodi Vecchia) tutte le altre incantevoli isole, dalle Cicladi alle Sporadi, alle isole del Dodecanneso, alle isole dell’Egeo settentrionale a quelle dello Ionio, ognuna ricca di caratteristiche diverse e di spiagge sempre bellissime il "Festival di Epidauro" di rilevanza mondiale per rappresentazioni delle tragedie greche.
  • L’acropoli di Atene.
    • Olimpia, patria delle Olimpiadi e ricca di testimonianze del suo glorioso passato.
    • Le Meteore con i suoi splendidi monasteri arroccati sulle bizzarre pareti rocciose di conglomerato d’arenaria sopra Kalambaka si innalzano fino a un’altezza di 400 m sul fondovalle.
    • I Monasteri del Monte Athos, accessibili solo agli uomini e ove si arriva solo via mare dal porto di Ouranopoli.
      I restanti siti, oltre ai tre sopra menzionati, che l’UNESCO ha inscritto nella lista dei luoghi patrimonio dell’umanità: i siti archeologici di Delphi, Epidaurus, Olympia, Vergina, Mycenae e Tiryns, Delos; il centro storico (Chorá), con il Monastero di San Giovanni "il Teologo" e la grotta dell’Apocalisse nell’isola di Pátmos; la città medievale di Rodi; i monasteri di Daphni, Hossios Luckas e Nea Moni of Chios; Mystras; i monumenti paleocristiani e bizantini di Salonicco; il Pythagoreion e l’Heraion di Samos; il Tempio di Apollo Epicurius a Bassae; la città vecchia di Corfu.

Agenzia di Pubblicità At&Acme